Questo sito utilizza cookie e tecnologie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito www.alimentigatti.it senza modificare le impostazioni dei cookie accetti le nostre politiche sulla privacy, che puoi vedere nel dettaglio al link http://www.alimentigatti.it/cookie-policy

Stampa

Parassiti interni ed esterni del gatto, come riconoscerli e curarli

Più frequenti tra i gatti che vivono all'esterno, i parassiti possono colpire anche i soggetti domestici a motivo della loro grande diffusione. Questi piccoli organismi si installano sulla cute o nel sistema gastrointestinale del gatto nutrendosi di sangue e di tessuti. Conoscerli aiuta a mettere in atto le giuste strategie per prevenirli e combatterli. Vediamo in dettaglio quali sono.

- Parassiti esterni

A questo gruppo appartengono le pulci, le zecche e i pidocchi: si tratta di insetti "flebotomi" che si ancorano saldamente alla pelle e vivono succhiando il sangue dell'ospite. Oltre a scatenare irritazioni, dermatiti, perdita di pelo e altre affezioni cutanee, questi parassiti possono trasmettere virus e batteri responsabili di gravi patologie. Nella maggior parte dei casi sono invisibili ad occhio nudo: il gatto infestato ne rivela la presenza attraverso sintomi quali il prurito insistente, le lesioni da grattamento, la cute e il pelo in cattive condizioni.

 Parassiti interni ed esterni del gatto, come riconoscerli e curarli

Per debellarli e prevenirne la ricomparsa, in genere è sufficiente un buon antiparassitario specifico per gatti. Diverso è il caso delle otoacariasi, ovvero le infestazioni da acari delle orecchie: individuabili da un abbondante cerume di colore nerastro nel padiglione auricolare, provocano nel gatto un prurito insopportabile e la tendenza a tenere la testa piegata su un lato. Se non viene curata tempestivamente, questa infestazione degenera in complicanze molto serie che possono portare anche alla perdita dell'udito: qualora il tuo gatto ne sia colpito, quindi, rivolgiti subito al veterinario.

- Parassiti interni

Come le tenie, la giardia e i vermi tondi. Possono introdursi nell'intestino del gatto con varie modalità: ingestione di carne già infetta, uova presenti nell'ambiente e sulle superfici, elevato livello di promiscuità tra gatti, contatto con topi e altri ospiti intermedi. I cuccioli possono assumerli con il latte materno: ecco perchè è importante sverminarli già nelle prime settimane di vita. Come è possibile accorgersi se il proprio gatto è infestato? Due sono gli indizi: i malesseri gastrointestinali e lo stato delle feci.

Il gatto che ha contratto i vermi può soffrire di diarrea, vomito ricorrente, inappetenza, dimagrimento eccessivo, prostrazione, svogliatezza. Alcuni vermi sono facilmente individuabili nelle feci: gli ascaridi, ad esempio, somigliano a degli spaghetti cotti. Mai trascurare una condizione di questo tipo: a lungo andare, infatti, i parassiti compromettono seriamente la salute del gatto, con complicanze che possono portare addirittura al decesso.

Le infestazioni da parassiti intestinali non possono assolutamente essere risolte con le cure "fai da te": solo il veterinario, infatti, è in grado di diagnosticare l'esatta tipologia di parassita e di prescrivere il farmaco adeguato con i modi e i tempi di somministrazione più idonei.

Per saperne di più >>

Stampa

Schesir le nuove crocchette per gatti sia mantenimento che sterilizzati

A partire dai 12 mesi di vita, il gatto entra nell'età adulta e necessita di una nutrizione di mantenimento in grado di supportare i tessuti, le funzioni vitali e il sistema immunitario con le migliori prerogative di digeribilità e tollerabilità.

Con questo obiettivo sono nate le nuove crocchette monoproteiche Schesir dedicate al gatto adulto.

 

I vantaggi di un'unica fonte proteica animale

I più autorevoli studi nel campo dell'alimentazione animale hanno dimostrato che un cibo monoproteico è in grado di fornire un consistente apporto di proteine ad alto valore biologico - più digeribili e ricche di aminoacidi essenziali - minimizzando allo stesso tempo i rischi di intolleranze e problemi digestivi.

Per questo le crocchette Schesir per gatto adulto sono formulate a base di una sola fonte proteica animale da carni leggere e intensamente nutrienti come il pollo, il pesce e il prosciutto.

 Schesir le nuove crocchette per gatti sia mantenimento che sterilizzati

Maintenance e Sterilised, il monoproteico Schesir per ogni esigenza

All'apporto di un'unica proteina animale, ogni alimento della linea associa il benefici di ingredienti naturali ricchi di principi nutritivi funzionali. Una ricca sinergia di estratti vegetali (uva, citrus, chiodi di garofano, curcuma, rosmarino) rinforza le difese immunitarie e protegge le cellule dai radicali liberi, aiutando a prevenire le malattie e mantenendo organi e tessuti in piena efficienza.

Uno speciale complesso a base di biotina, lievito di birra e acidi grassi Omega 3 e Omega 6 preserva l'integrità della cute e favorisce la bellezza del manto.

Le fibre e i prebiotici regolarizzano il transito intestinale e migliorano l'assimilazione dei nutrienti, scongiurando infezioni e disturbi digestivi.

Per soddisfare ogni esigenza di benessere, Schesir ha messo a punto due linee di alimenti secchi per gatti adulti: Maintenance e Sterilised&Light. Ideale per tutti i gatti, anche quelli dallo stile di vita attivo, le crocchette Schesir Maintenance offrono un supporto nutrizionale intenso e completo con la massima digeribilità.

La gamma Sterilised&Light è stata formulata con un più ridotto tenore calorico e con un equilibrio mirato di proteine e minerali, così da contrastare le problematiche più comuni della sterilizzazione (sovrappeso, patologie urinarie, cronicità dovute a squilibri metabolici) e promuovere una condizione di benessere ottimale.

Composte solo da materie prime di qualità superiore, le crocchette per gatto Schesir sono prive di coloranti, conservanti artificiali e altri ingredienti non idonei al sistema digestivo del tuo gatto. Non a caso, il loro profilo nutrizionale ha ricevuto l'approvazione del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

Acquista ora le Crocchette gatto Schesir >>

Stampa

La linea curativa di crocchette per gatti Farmina Quinoa, caratteristiche alimentari

Nel benessere del gatto come dell'essere umano, una sana alimentazione riveste un ruolo basilare.

Questo assunto, di grande importanza per mantenere in un gatto perfettamente sano una condizione di equilibrio ottimale, diventa imprescindibile in presenza di particolari stati fisici dovuti a sensibilità o disturbi cronici: intolleranze alimentari, difficoltà digestive, sovrappeso, patologie urinarie, sterilizzazione, problemi cutanei.

Unendo gli apporti dell'alimentazione carnivora "secondo natura" alle straordinarie proprietà curative della quinoa, Farmina ha studiato piani alimentari specifici e altamente funzionali, così da nutrire il gatto in modo completo nel pieno rispetto della sua delicata condizione fisica.

La quinoa nell'alimentazione del gatto

Fonte di carboidrati leggera e altamente tollerata, la quinoa possiede un potere nutritivo "multifunzionale" in grado di supportare l'intero organismo e di minimizzare un'ampia gamma di disturbi.

Non a caso, questo vegetale viene considerato un vero e proprio "superfood" dalle proprietà protettive, riequilibranti e curative.
Prima di tutto, per la sua digeribilità. Non essendo un cereale, infatti, la quinoa viene completamente assimilata dall'intestino del gatto: riesce quindi ad apportare energia senza provocare difficoltà digestive, intolleranze e altre reazioni avverse.

Nella dieta del gatto, la quinoa è il complemento ideale della carne, di cui potenzia l'azione nutritiva a sostegno del tessuto muscolare e di tutti i processi vitali. Contiene infatti proteine ad alto valore biologico, facilmente assimilabili e con valori perfettamente bilanciati di aminoacidi essenziali.

In virtù del suo tasso glicemico eccezionalmente basso, la quinoa è un valido ausilio contro il sovrappeso, i disturbi cardiovascolari e tutti gli squilibri che derivano da uno scorretto funzionamento del metabolismo corporeo.

Ricca di flavonoidi, è apprezzata per la sua attività antiossidante che preserva la giovinezza di organi e tessuti e aiuta a prevenire molte forme tumorali.

E' anche una buona fonte di fibre, e perciò estremamente efficace nel regolarizzare il transito intestinale e nel controllare i livelli di colesterolo.

In più, contiene le preziose vitamine del gruppo B, note per i loro benefici sul sistema nervoso, sull'efficienza cognitiva e sulle difese immunitarie.

Il suo apporto bilanciato di minerali (soprattutto fosforo, potassio, magnesio, ferro e calcio) sostiene la funzionalità cardiaca e il sistema osteoarticolare senza affaticare la digestione, i reni e le vie urinarie.

 La linea curativa di crocchette per gatti Farmina Quinoa, caratteristiche alimentari

Le nuove crocchette per gatti Farmina N&D Quinoa Feline, nutrizione mirata per ogni esigenza di benessere N&D Quinoa Feline è la nuova gamma Farmina studiata per i gatti con particolari esigenze nutrizionali.

Ogni alimento, rigorosamente grain free per nutrire con la massima tollerabilità e digeribilità, è formulato con più del 90% di proteine di origine animale e con una preziosa integrazione di quinoa da agricoltura biologica italiana a cui si uniscono altri ingredienti vegetali altamente funzionali.

Un'elevata percentuale di vitamine e di antiossidanti naturali rafforza il sistema immunitario e protegge le cellule dai processi di invecchiamento; sali minerali opportunamente bilanciati supportano il tessuto osseo e il buon funzionamento del sistema cardiocircolatorio.

La presenza delle fibre e dei fermenti prebiotici riequilibra la microflora intestinale e favorisce un transito regolare, preservando il colon da infezioni e disturbi digestivi.

L'aggiunta di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6 espleta una potente attività anti-infiammatoria e cardioprotettiva, preservando allo stesso tempo la salute della cute e la bellezza del manto.
Prive di cereali, di conservanti artificiali e di altri ingredienti non idonei alle capacità digestive del gatto, le crocchette Farmina N&D Quinoa Feline sono ideali a supporto delle terapie o da sole come piano nutrizionale di mantenimento.

Tra i prodotti della linea spicca Farmina N&D Quinoa Feline Digestion a base di Agnello, Quinoa, Finocchio e Menta, formula dalla spiccata digeribilità dedicata ai gatti con disturbi digestivi ed insufficienza pancreatica.

Formulate con un elevato tenore di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6 sono le crocchette N&D Quinoa Feline Skin & Coat a base di Aringa, Quinoa, Cocco e Curcuma, studiate per i gatti con sensibilità intestinale o cutanea.

Riservato ai gatti con intolleranze a particolari ingredienti e principi nutritivi è Farmina N&D Quinoa Feline Skin & Coat a base di Quaglia, Quinoa, Cocco e Curcuma, alimento secco particolarmente leggero e tollerabile.

E per i gatti che soffrono di patologie urinarie e calcoli di struvite ecco le crocchette Farmina N&D Feline Quinoa Urinary Anatra, Quinoa, Mirtillo rosso e Camomilla, preparate con un dosaggio accuratamente controllato di sali minerali e proteine.

Specifiche per i gatti con tendenza al sovrappeso, le crocchette Farmina N&D Feline Quinoa Weight Management Agnello Quinoa Broccoli e Asparagi favoriscono la riduzione del peso corporeo in eccesso aiutando il corpo a mantenere la forma fisica ottimale.

Acquista Ora >>

Stampa

La dieta del gatto dalla nascita all'età adulta

L'alimento migliore per il gatto? Sicuramente, il latte materno.

Niente come il latte della mamma possiede la digeribilità e il potere nutritivo che servono al cucciolo per crescere bene e per mantenersi in salute. La sua disponibilità, però, si esaurisce intorno alle 8-10 settimane dopo il parto: da quel momento in poi, il piccolo può essere nutrito con cibi solidi.

Per poter assecondare lo sviluppo armonico degli organi, dei tessuti, delle funzioni vitali e delle difese immunitarie, l'alimentazione solida del gattino dovrà porsi in soluzione di continuità con il latte materno: dovrà quindi offrire lo stesso, intenso apporto di proteine, aminoacidi essenziali, vitamine, antiossidanti e sali minerali.

Allo stesso tempo, dovrà essere altamente assimilabile per non causare intolleranze e problemi digestivi. Una fonte proteica di origine animale come primo ingrediente soddisferà al meglio queste necessità: il gatto, infatti, è un carnivoro stretto, e la carne contiene già in sé tutti i nutrienti che gli servono. In più, essendo perfettamente compatibile con il sistema gastrointestinale dei felini, la carne rappresenta in assoluto l'alimento più digeribile e meglio tollerato.

Per rispettare la particolare condizione di fragilità di un intestino ancora in formazione è meglio privilegiare, fra tutte le carni, quelle più leggere e nutrienti come il pollo e il pesce. Una moderata quantità di carboidrati ad alta tollerabilità come il riso o le patate assicurerà al cucciolo una fonte di energia efficiente ma al tempo stesso delicata.

La dieta del gatto dalla nascita all'età adulta

Le fibre e i fermenti prebiotici proteggeranno la funzionalità intestinale scongiurando le infezioni e migliorando l'assimilazione di tutti i nutrienti. Ortaggi, frutta ed erbe officinali ricchi di vitamine (A, C, gruppo B) rafforzeranno al meglio le difese immunitarie.

Dopo i 12 mesi, il gatto entra nell'età adulta: da supporto per la crescita, la sua dieta diventa mezzo per un mantenimento ottimale e per la prevenzione delle patologie dell'età avanzata. Sostanzialmente, la qualità dei nutrienti necessari al suo corpo non cambia; è invece opportuno calibrare in modo mirato i dosaggi (soprattutto di proteine e minerali) così da non gravare sui reni e sulle vie urinarie.

A fonti proteiche funzionali e poco caloriche come il manzo, il pollo, il pesce e il maiale si potrà associare una ridotta quantità di carboidrati (ottimi il riso e le patate, ma anche alcuni ortaggi come i piselli) che fornisca energia senza appesantire la digestione o causare sovrappeso.

Molto importanti le fibre e i fermenti prebiotici per la protezione del colon e la regolarità intestinale (soprattutto in caso di sedentarietà). Sarà utile aumentare i dosaggi di antiossidanti per preservare le cellule dai processi di invecchiamento: particolarmente utili, a tale scopo, sono le erbe officinali (il rosmarino, ad esempio) e alcune tipologie di frutti (agrumi, mela, ribes, mirtillo).

L'aggiunta di glucosamina e solfato di condroitina risulta preziosa per mantenere in efficienza il tessuto articolare e prevenire le artrosi; importantissima la funzione degli acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6 (li puoi trovare nell'olio di salmone e in alcuni oli vegetali) a salvaguardia del cuore, della cute e del pelo. Da non trascurare, infine, è il fattore appetibilità: ad ogni età, ricorda che il palato del tuo piccolo amico non transige sulla qualità e sul gusto del cibo.

Articolo scritto da Ragdoll Silmarilions di Maria Federica Guagnano. Via Olimpia, 9 - 00040 Rocca Priora (RM)

Stampa

Gravidanza del gatto, le visite veterinarie e i tempi di gestazione

Accoppiamento, gravidanza e parto sono eventi che il gatto, per natura, affronta di frequente: è quindi consigliabile portare regolarmente la propria gatta dal veterinario per sottoporla a dosaggi ormonali, strisci vaginali ed altri controlli mirati, così da prevenire le malattie e creare le migliori condizioni per una gravidanza serena.

La gestazione del gatto dura mediamente 65 giorni: nonostante i felini siano anche in questo caso perfettamente autonomi, alla tua piccola amica sarà utile il tuo appoggio per vivere al meglio questa importante esperienza. E' fondamentale tener presente che la gatta in gestazione non è malata e non va trattata come tale: dovrai quindi cercare di dominare l’apprensione e di non stravolgere le abitudini della tua pelosetta.

Certo, sarà opportuno procedere ad alcuni cambiamenti, soprattutto in merito alla dieta, che dovrà essere più nutriente, e alla libertà di movimento, che dovrà essere limitata soprattutto nell'ultima fase per evitare il parto lontano da casa. A cadenza regolare, poi, la futura mamma dovrà essere sottoposta alle visite ostetriche di routine, indispensabili per seguire lo sviluppo dei feti e accertarsi che tutto proceda bene.

La prima visita va effettuata ai primi segnali "sospetti": irrequietezza insolita, vomito, miagolio insistente e fusa più frequenti, leccamento eccessivo delle zone intime, perdite di sangue, affanno durante il moto. Se noti anche solo alcuni di questi comportamenti, porta subito la micia in ambulatorio: qui, il veterinario potrà confermare la gravidanza attraverso la palpazione dell'addome e stabilire un calendario dei futuri controlli.

 Gravidanza del gatto, le visite veterinarie e i tempi di gestazione

Le ecografie rivestono in questo caso un ruolo cruciale, in quanto consentono di monitorare ogni fase della gestazione senza rischi per la gatta e per i cuccioli. Grazie all'ecografia, inoltre, è possibile prevedere con un alto margine di approssimazione la data del parto. Nella fase finale della gestazione, noterai la tua gatta più stanca e sedentaria.

Preparale una cuccia grande e morbida in un angolo silenzioso e tranquillo, dove possa sistemarsi in attesa del lieto evento. Di solito, i gatti partoriscono da soli e senza complicazioni: tuttavia, in quel momento, la tua vicinanza farà bene alla tua micia, perché le infonderà sicurezza.

Allo stesso tempo, se dovessero intervenire complicanze (eccessivo sforzo, perdite ematiche anomale, travaglio molto doloroso, ecc.) potrai tempestivamente contattare il veterinario. In alcuni casi, infatti, potrebbe rendersi necessario un cesareo d'urgenza.

Per saperne di più >>