Questo sito utilizza cookie e tecnologie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito www.alimentigatti.it senza modificare le impostazioni dei cookie accetti le nostre politiche sulla privacy, che puoi vedere nel dettaglio al link http://www.alimentigatti.it/cookie-policy

Stampa

Integratori per gatti novità su Pet Shop Store

Gentile Cliente, da oggi troverai disponibili su Pet Shop Store vari integratori per il benessere del tuo gatto: Artikrill Dol - Florentero ACT - Olio di salmone - Ribes Pet perle - VPM tavolette per cani - VPM pasta per gatti.

Scoprili tutti, sono scontati fino al 10%.

Integratori per gatti novità su Pet Shop Store

Stampa

Gatta di 18 anni con lieve insufficienza renale ed ascesso, cosa fare?

Ho una gatta di 18 anni con lieve insufficienza renale recentemente ha avuto un 'ascesso sotto la mandibola è stata 8 gg in clinica sembrava guarita ma ieri mi sono accorta che esce ancora del siero. Il veterinario ha detto di somministrare bytril15 mg.. Per quanti gg? Come posso tenere pulita la ferita con quali prodotti.

Grazie. Paola

Risposta

Gentile sig. Paola

La durata della terapia la deve definire il collega che conosce la situazione del gatto. In generale almeno 6-7 giorni, ma dipende da tanti fattori che io non conosco.

Gatta di 18 anni con lieve insufficienza renale ed ascesso, cosa fare?

 

Assolutamente deve chiedere chiarimenti al collega. La ferita va tenuta pulita con soluzione fisiologica sterile. Meglio non usare disinfettanti sulle ferite aperte, possono ritardare la guarigione.

Comunque, anche per questo, è bene che chieda indicazioni al collega

Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri

Stampa

Consigli per una buona convivenza fra gatti. Il Ragdoll, razza socievole per eccellenza

Il gatto, si sa, è un animale molto territoriale. Se quindi ne hai già uno e hai deciso di adottarne un altro, tieni presente che il primo approccio non è quasi mai idilliaco, peggio ancora se il nuovo arrivato è un gatto già adulto.

Per un soggetto abituato a dominare incontrastato l'intero spazio domestico, l'improvvisa presenza di un altro esemplare viene vissuta come un'invasione e, di conseguenza, una minaccia: per questo, la sua prima reazione sarà di aggressività mista a timore.

Con il passare dei giorni, i gatti si abitueranno pian piano all'odore reciproco e si avvicineranno sempre più, fino a diventare (salvo rari casi) due buoni compagni. Ma affinchè ciò accada, il proprietario deve mettere in atto i comportamenti più idonei a promuovere una conoscenza graduale e senza traumi.

Mettere i mici insieme fin da subito può risultare estremamente dannoso e favorire atteggiamenti ostili: la procedura più corretta invece prevede che, inizialmente, la separazione degli spazi tra i due felini sia molto rigorosa.

Ciotole, lettiera e cucce dovranno essere strettamente personali; solo a socializzazione avvenuta si potrà pensare ad una eventuale condivisione.

Giorno dopo giorno, si creeranno sempre più occasioni di socialità, ad esempio avvicinando le ciotole dei crocchini, somministrando la pappa umida nella stessa stanza o mettendo a disposizione un terreno di gioco comune.

La regola da seguire sempre - anche quando i due diventano amici – consiste nel dispensare ad entrambi la stessa dose di coccole e di attenzioni, in modo da non far nascere gelosie o malinconie.

 Consigli per una buona convivenza fra gatti. Il Ragdoll, razza socievole per eccellenza

Se poi uno dei due gatti è un Ragdoll, tutto risulta più facile e rapido.

Il Ragdoll, infatti, rientra nel novero delle razze più socievoli: anzi, per l’esattezza, può essere considerato in assoluto il felino più socievole al mondo. Questo micio, infatti, è noto per il suo carattere eccezionalmente buono, paziente e amorevole; accetta di buon grado qualsiasi coinquilino, che si tratti di felini, di cani o di umani.

Queste sue doti facilitano enormemente sia l’integrazione che la convivenza, soprattutto se è lui il "padrone di casa" che deve abituarsi al nuovo arrivato.

Attenzione però a non farlo mai sentire trascurato. Il gatto Ragdoll è accomodante, ma anche molto suscettibile: di fronte alla sensazione di essere stato "messo da parte" in favore del compagno potrebbe deprimersi e chiudersi in se stesso.

Per saperne di più sul gatto Ragdoll >>