Questo sito utilizza cookie e tecnologie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito www.alimentigatti.it senza modificare le impostazioni dei cookie accetti le nostre politiche sulla privacy, che puoi vedere nel dettaglio al link http://www.alimentigatti.it/cookie-policy

Articoli

Stampa

Passaporto Europeo per gatti, guida utile

Hai bisogno del Passaporto Europeo per il tuo gatto ma non sai quando e dove farlo? Prima di tutto, tieni presente che il Passaporto Europeo per gatti serve solo per viaggiare con il gatto all'estero, e precisamente in uno degli stati dell'Unione Europea.

In Italia, il tuo gatto non ne ha bisogno: entro i confini del nostro paese, infatti, i gatti viaggiano accompagnati semplicemente dal libretto delle vaccinazioni aggiornato con i richiami dei vaccini di base. Fuori dalla Comunità Europea, invece, ogni nazione applica regole differenti in merito all'ingresso degli animali dall'estero; quindi, dovrai di volta in volta informarti con il consolato di tuo interesse. E adesso, torniamo al Passaporto Europeo per gatti: come ottenerlo?

 Passaporto Europeo per gatti, guida utile

Il Passaporto Europeo per animali da compagnia - questo è il suo nome esatto - è di competenza dei servizi sanitari locali; quindi, dovrai farne richiesta alla tua ASL di riferimento presentando i seguenti certificati:

- Carta di identità (o altro documento identificativo) e codice fiscale del legittimo proprietario del gatto (che dovrà essere maggiorenne);

- Attestato di applicazione del microchip;

- Attestato di vaccinazione antirabbica (in corso di validità ed effettuata da almeno 21 giorni);

- un modulo di domanda - fornito dalla stessa ASL - debitamente compilato;

- la ricevuta del versamento di una quota (anch'essa indicata dalla ASL) eseguito a mezzo bollettino di conto corrente postale.

Gli attestati relativi al microchip e all'antirabbica vengono redatti dal veterinario contestualmente all'effettuazione delle relative prestazioni; quindi, se il tuo gatto non fosse ancora microchippato e/o vaccinato contro la rabbia ti basta portarlo in ambulatorio e provvedere in tal senso.

Al momento del ritiro del Passaporto, dovrai recarti in ASL accompagnato dal tuo gatto. I tempi del rilascio non sono fissi e spesso neanche brevi, soprattutto in alcuni particolari periodi dell'anno (come quelli che precedono le festività). Per questo è molto importante espletare queste pratiche con un certo anticipo sulla data della partenza.

Per saperne di più >>