Questo sito utilizza cookie e tecnologie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione sul sito www.alimentigatti.it senza modificare le impostazioni dei cookie accetti le nostre politiche sulla privacy, che puoi vedere nel dettaglio al link http://www.alimentigatti.it/cookie-policy

Il tuo gatto viaggia con te? Ecco i documenti che vi servono

Il possesso di un'adeguata documentazione è una delle regole fondamentali per poter viaggiare con il proprio gatto. In Italia e all'estero, infatti, vengono richieste alcune particolari attestazioni riguardanti lo stato di salute del piccolo felino, soprattutto in merito alla somministrazione dei vaccini obbligatori.

Per spostarsi entro i confini del territorio italiano basta il solo libretto sanitario in regola: questo documento, rilasciato dal veterinario nel corso della prima vaccinazione, contiene la registrazione di tutte le profilassi effettuate e altre informazioni utili (dati identificativi dell'animale, interventi chirurgici, trattamenti particolari).

Viene aggiornato a cura del veterinario, che vi annota di volta in volta i richiami dei vaccini di base e gli eventuali piani vaccinali aggiuntivi (antirabbica, clamidiosi, FIP, FeLV).

Per essere considerato in regola, il libretto sanitario del tuo gatto deve attestare l'avvenuta effettuazione dei vaccini di base (rinotracheite, calicivirosi e gastroenterite virale) e, quando la situazione lo richiede, anche della profilassi antirabbica.

 Il tuo gatto viaggia con te? Ecco i documenti che vi servono

Fuori dall'Italia, tu e il tuo micio dovrete esibire, oltre a questo documento, uno speciale Passaporto Europeo per animali da compagnia. A differenza del libretto delle vaccinazioni, questo Passaporto per gatti non viene rilasciato dal veterinario ma dalla ASL di competenza, e previa presentazione di tre documenti: carta di identità e codice fiscale del proprietario e certificato di vaccinazione antirabbica del gatto.

Al suo interno, il Passaporto Europeo per animali domestici contiene una serie di dati riguardanti il quattrozampe (nome, data di nascita, sesso, età, numero del microchip, trattamenti antiparassitari, estremi del vaccino contro la rabbia e, per i paesi che lo richiedono, certificato di buona salute dell'animale e legalizzazione del passaporto).

E' importante provvedere alla richiesta del Passaporto con sufficiente anticipo sulla data della partenza, così da poter gestire al meglio le tempistiche del rilascio.

Per maggiori informazioni >>